Windows Phone, battuti iPhone e BlackBerry in alcuni mercati

di Gianni Puglisi Commenta

Da quando Windows Phone, il sistema operativo mobile di casa Microsoft, è stato immesso sul mercato la redmondiana ha compiuto numerosi passi avanti, così come anche gli smartphone basati su tale piattaforma.

A dimostrazione di ciò vi sono i dati forniti, proprio nel corso degli ultimi giorni, da Frank Shaw, a capo della divisione comunicazioni di Microsoft, che ha fatto sapere che le vendite degli smartphone Windows Phone sono addirittura riuscite a superare quelle dell’iPhone in ben 7 paesi e quelle degli smartphone BlackBerry in ben 26 paesi.

Windows Phone ha raggiunto il 10% del mercato in un certo numero di paesi, e secondo l’ultimo report di IDC, ha venduto più di BlackBerry in 26 mercati e più di iPhone in sette.

I paesi in cui le vendite di Windows Phone sono risultati superiori a quelle dell’iPhone sono stati, per quanto riguarda il quarto trimestre dello scorso anno, Argentina, India, Polonia, Russia, Sud Africa e Ucraina.

Unitamente a quelli in questione sono presenti in elenco anche un gruppo di piccoli paesi, tra cui la Croazia.

Unitamente alle informazioni in questione sono stati forniti anche alcuni dati che permettono di comprendere facilmente l’effettiva situazione con cui Microsoft si è ritrova e si ritrova tutt’ora a dover fare i conti.

Nel 2012, sono stati venduti 17,9 di smartphone con OS Microsoft, contro i 23,9 milioni di telefoni Symbian, 32,5 milioni di BlackBerry e 135,9 milioni di iPhone.

Il leader indiscusso è stato ed è tutt’ora Android e gli smartphone basati sul sistema operativo mobile del robottino verde sono tra le mani di ben 497,1 milioni di consumatori.

Se ne deduce quindi che Microsoft, nonostante il gran successo, è ancora abbastanza indietro a livello globale in fatto di distribuzione della sua piattaforma mobile ma è comunque riuscita ad ottenere degli ottimi risultati in diversi paesi, anche se si tratta di mercati abbastanza piccoli, arrivando addirittura a battere la concorrenza.

Via | Mashable

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>