Sono state svelate quasi 10 app Android dannose anche per gli utenti Huawei a maggio 2020

di Gio Tuzzi Commenta

Ci sono nuove app Android che dobbiamo prendere assolutamente in considerazione oggi 3 maggio, anche per i tantissimi utenti che si ritrovano con un prodotto Huawei. Stiamo parlando di applicazioni infette che potrebbero rubare i nostri dati sensibili, con un discorso che, di conseguenza, va necessariamente esteso anche a coloro che hanno deciso di puntare su produttori come Samsung, Xiaomi, Honor, LG e Asus. I primi dettagli in merito sono stati forniti nei giorni scorsi direttamente dal team di Ars Technica, che a sua volta ha menzionato uno studio di Kaspersky Lab.

Huawei

Tutte le app Android da rimuovere su Huawei ed altri smartphone Android a maggio 2020

Sostanzialmente, gli smartphone Huawei, Samsung, Honor, LG e ASUS sono in pericolo per un motivo ben preciso. Gli hacker, sfruttando 8 applicazioni Android, hanno utilizzato diverse tecniche efficaci per aggirare ripetutamente il processo di verifica utilizzato da Google nel tentativo di tenere fuori gioco le app dannose. Un metodo era inizialmente quello di inviare una versione benigna di un’app e aggiungere la backdoor solo dopo l’accettazione dell’app. Un altro approccio consisteva nel richiedere poche o addirittura nessuna autorizzazione durante l’installazione e successivamente richiederle in modo dinamico utilizzando il codice nascosto all’interno di un file eseguibile. Una delle app recenti è stata pensata per la pulizia del browser.

Nel tempo, le app hanno fornito una backdoor che ha raccolto dati sul telefono infetto, incluso il modello hardware, la versione Android in esecuzione e le app installate. Sulla base di tali informazioni, gli aggressori potrebbero utilizzare le app dannose per scaricare ed eseguire payload dannosi specifici di un determinato dispositivo infetto. I payload possono raccogliere posizioni, registri delle chiamate, contatti, messaggi di testo e altre informazioni riservate.

Personalizzando i payload e non caricando un dispositivo con componenti non necessari, gli aggressori sono stati in grado di eludere il rilevamento. In un attimo, un’app successiva conteneva il payload dannoso nell’APK scaricato stesso. Fondamentale il contributo di Bufale.net, in quanto il noto portale italiano ha individuato le stringhe originali relative alle app Android che dobbiamo cancellare dai nostri smartphone Huawei, Samsung, Honor, LG e ASUS. Eccole qui di seguito:

com.zimice.browserturbo 2019-11-06
com.physlane.opengl 2019-07-10
com.unianin.adsskipper 2018-12-26
com.codedexon.prayerbook 2018-08-20
com.luxury.BeerAddress 2018-08-20
com.luxury.BiFinBall 2018-08-20
com.zonjob.browsercleaner 2018-08-20
com.linevialab.ffont 2018-08-20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>