Sony Xperia Tablet S, bloccate le vendite per un difetto di produzione

di Martina Oliva Commenta

Il Sony Xperia Tablet S, il nuovo tablet da 9,4 pollici, dotato del sistema operativo Android, basato sul chip Tegra 3 di NVIDIA e targato, appunto, Sony è stato presentato nel corso dell’IFA di Belrino di quest’anno e le vendite sono iniziate il 7 settembre.

Così come fatto dalla maggior parte delle aziende operanti nel medesimo settore anche Sony ha affidato la produzione del suo tablet ad un impianto cinese dove, però, purtroppo, si è verificato un problema di fabbricazione.

Infatti, così come comunicato proprio nel corso delle ultime ore da Noriko Shoji, portavoce di Sony, su alcuni Xperia Tablet S è stato individuato un eccessivo spazio tra il pannello IPS e il telaio, un dato questo particolarmente rilevante considerando che la presenza di tale spazio potrebbe far si che il device possa essere danneggiato consentendo l’ingresso di liquidi.

Trattasi di un problema ancor più grave di quel che potrebbe sembrare in quanto il tablet, a differenza dei molti altri presenti sul mercato, era stato pubblicizzato come resistente all’acqua.

Per quanto riguarda i tablet venduti in Giappone e negli Stati Uniti sono già stati comunicati i numeri di serie facenti riferimento ai modelli identificati come difettosi mentre per quanto concerne i Sony Tablet Xperia S venduti in Italia al momento non è giunta ancora alcuna comunicazione da parte dell’azienda.

Stando alle info al momento disponibili il programma volontario di controllo verrà avviato entro la fine del mese di ottobbre e gli utenti dovranno seguire le indicazioni date dall’azienda per poter ottenere la riparazione o, eventualmente, la sostituzione del device.

Da notare che sino ad ora Sony ha venduto ben 100 mila Xperia Tablet S.

L’azienda ha comunque garantito che la presenza di tale problematica non va ad influire in alcun modo sul coretto funzionamento del tablet.

Sony, in ogni caso, ha sottolineato il fatto che il costo dei richiami non verà un impatto significato sui guadagni.

Photo Credits | Flickr

Via | Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>