Motorola EX225: un nuovo cellulare dedicato a Facebook è in arrivo?

di Gianni Puglisi Commenta

Interessanti indiscrezioni in arrivo dal fronte Motorola per la gioia di tutti coloro che non soltanto amano i device della ben nota azienda statunitense in questione ma anche che, in primis, sono soliti servirsi di Facebook, il noto social network in blu, sempre e comunque ma, sopratutto, in mobilità.

Nelle ultime ore, infatti, hanno iniziato a circolare in rete diverse notizie, unitamente ad alcune immagini (ne è disponibile uno screenshot ad inizio post) facenti riferimento al Motorola EX225, un nuovo modello nei cantieri del noto brand che non dovrebbe tardare molto a fare la sua comparsa sul mercato e che, a differenza di tutti gli altri device resi disponibili dalla stessa azienda andrebbe a caratterizzarsi per il suo essere un Facebook Phone.

Nel dettaglio, si tratta di un cellulare candybar dotato di tastiera qwerty fisica posta direttamente al di sotto di uno schermo da 2,4 pollici che, con molta probabilità, sarà touchscreen.

Il nuovo device dovrebbe inoltre supportare reti GPRS, EDGE e 3G e, forse, sarà dotato anche di connettività Wi-fi.

Non manca poi una fotocamera da 3 megapixel posta direttamente sul retro del device e mediante cui sarà possibile scattare foto e registrare video.

Ciò che però rendere davvero singolare questo smartphone e fa dunque del Motorola EX225 un Facebook Phone è la presenza di un tasto tutto dedicato al social network per eccellenza che, collocato direttamente nella sezione in basso a sinistra della tastiera, implica la garanzia di un completo grado di connettività e di condivisione con i propri amici iscritti al medesimo servizio.

Le notizie in questione provengono direttamente dalle pagine del Bluetooth SIG e sono state poi diffuse in rete sotto forma di “indiscrezioni” da diversi ed importati siti web.

Al momento non è ancora chiaro quale sistema operativo mobile sia stato adottato ma, sicuramente, sarà possibile conoscere questo e molto altro nei prossimi giorni e con l’aumentare, si spera, dei dettagli.

Via | TechCrunch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>