Anticipazioni sull’aggiornamento iOS 11.3: tutto quello che c’è da sapere

di Gio Tuzzi Commenta

Non manca molto all’uscita sul mercato del tanto atteso aggiornamento del sistema operativo iOS 11.3. Nella settimana che ci siamo appena messi alle spalle, infatti, Apple ha fatto trapelare quelli che saranno i punti di forza del nuovo pacchetto software, con alcune caratteristiche sulle quali dobbiamo soffermarci.

Andiamo dunque ad analizzare quelle che saranno le specifiche di un aggiornamento che potrebbe aiutare diversi utenti iPhone ed iPad a superare una serie di piccoli problemi:

  • L’aggiornamento pesa circa 2.5 GB su iPhone X.

  • All’avvio del dispositivo viene mostrata una schermata informativa che ci avvisa dei casi in cui Apple potrà accedere alle nostre informazioni.

  • Introdotte le nuove Animoji del leone, del drago, del teschio e dell’orso su iPhone X.

  • Viene re-introdotta Messaggi su iCloud, funzione che era già presente nelle versioni beta di iOS 11, poi rimossa prima del rilascio finale dell’aggiornamento.

  • Viene introdotta la possibilità di visualizzare, direttamente nella sezione “Aggiornamenti” di App Store, il numero della versione di un’app e il peso dell’aggiornamento. Quest’ultimo dato è molto utile nel caso in cui si voglia decidere se eseguire o meno un aggiornamento su rete cellulare.

  • Nella prima beta di iOS 11.3 è stata rinominata l’app iBooks, adesso semplicemente “Books”.

  • Supporto ad AirPlay 2 e alla riproduzione multi-room.

  • Attualmente non è ancora presente, in questa prima beta, la funzionalità che consente di mostrare il deterioramento della batteria e che consente all’utente di scegliere tra prestazioni e autonomia.

  • Migliorata la reattività del 3D Touch.

  • Migliorata la reattività dell’animazione di apertura del Centro di Controllo.

  • L’icona del menu “Privacy” in Impostazioni è ora azzurra.

  • Nuova icona anti-phishing per la tutela della privacy.

  • Semplificato il processo di autorizzazione degli acquisti tramite Face ID

Occhio dunque, perché il prossimo aggiornamento iOS 11.3 potrebbe davvero fare la differenza e rivelarsi un ottimo bugfix stando alle premesse di oggi 29 gennaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>